JACORRY
JACOBY SHADDIX & JERRY HORTON


Jacoby, cantante e leder dei Papa Roach, e Jerry, chitarrista dello stesso gruppo.
Jacoby nato il 28 luglio del 1976, Jerry il 10 marzo del 1975, entrambi in California. Nel 1993 Jacoby fonda i Papa Roach, un mese o due dopo entra Jerry come chitarrista, da allora è l'unico della formazione che non lascia più Jacoby.
Diversi come il giorno e la notte, uniti come fratelli o, come a me piace vederli, qualcosa di più.
Che i due abbiano un rapporto diverso rispetto a quello che hanno con altri del gruppo è evidente, non solo per una questione di tempo insieme, ma perchè hanno una dinamica ed un modo di stare insieme diverso.
Jacoby è una forza della natura, casinista, iperattivo, chiacchierone, allegro, irascibile, irruente, impulsivo. In passato auto lesionista, tossico e profondamente instabile. E' il re degli emotivi, è totalmente incapace di gestire le proprie emozioni che vive molto più che al mille percento. E' l'imprevedibile per eccellenza. Adesso si è disintossicato e sta facendo un duro lavoro su sé stesso per rimettersi in sesto ed in riga, ma è una cosa lunga e difficile, che dopo molti tentativi falliti sembra gli stia riuscendo. I primi anni della sua vita (o quanto meno per un periodo in cui lui era piccolo) lui e la sua famiglia erano dei senza tetto e vivevano in una tenda, poi la madre ha lasciato il padre (apparentemente la causa di tale situazione) e si è messa con un uomo 'normale' da cui ha acquistato un nonno fantastico a cui lui era molto legato, colui che poi darà il nome alla sua band e che lo spingerà ad aprirla. Da bambino e ragazzo sembra soffrisse di disturbo dell'attenzione, giocava a football e durante alcuni anni ha sofferto di crolli psicotici dove diventava auto lesionista. Secondo alcuni sono conseguenze dell'abuso di alcool e droghe del periodo, sencondo altri è una cosa personale, indipendente dall'abuso che probabilmente non aiutava a gestire la cosa. E' vero che si possono avere crisi psicotiche (dove ci si autolesiona e per qualche istante non ci si controlla, magari si arriva a sentire voci o rumori) senza essere psicotici. Non sono condizioni attestate e ripetute negli anni, ma si sa che ne ha sofferto e che a causa di queste si è fatto una ferita alla testa con una cucitrice. Nel 2013 tenta il suicidio in seguito ad una serie di notizie e situazioni che si accumulano, in ultimo la moglie che lo lascia. Lui parla spesso di quel periodo come di una somma di eventi negativi dove niente funzionava più e lui non riusciva più a vedere la luce ed il senso della vita ed era in una cappa nera che lo accecava. Però poi è tornato indietro ed ha scritto Before I die, una canzone che dice che dopo aver perso e sbagliato tutto, dopo che non gli resta più niente, lui 'vivrò per te prima di morire' e con te si può intendere la donna che lo ha lasciato (perchè nella canzone parla di questa rottura), ma, come mi piace pensare, può riferirsi anche alla musica, infatti lui spesso scrive parafrasando, scrive di una cosa per parlare di un altra, spesso le donne delle sue canzoni non sono donne reali, o la moglie, ma situazioni o cose, per esempio droghe o alcool. Nella fattispecie Jacoby non si uccide perchè gli viene in mente una canzone, per cui è plausibile che alla fine decida di provarci ancora proprio per la musica, ma questa è una mia congettura. Poi nelle interviste successive spiega che ha capito di avere comunque tante cose, come la musica, gli amici, un gruppo che per lui sono come fratelli. Qualche tempo dopo la moglie torna da lui (coi figli chiaramente) e lei rimane incinta.
Quando tutto sembra riprendere a funzionare, Jacoby viene a spaere che deve operarsi alle corde vocali per dei noduli (specifico che la moglie è tornata proprio quando lui stava andando in ospedale ad operarsi), inizialmente è terrorizzato dal fatto, ma viene tranquillizzato da amici cantanti che hanno fatto la stessa operazione e che hanno continuato a cantare senza problemi. Jacoby infatti torna anche da questa dura prova, si rimette in sella e torna a cantare anche meglio di prima, la sua voce negli anni subisce numerosi mutamenti per via dei suoi diversi stili di vita, ma è sempre una gran voce e lui un grandissimo cantante.
Adesso è nella versione migliore di sé, ha ritrovato la fede, la salute, non si fa più di niente e fa album e tour a pieni ritmi, il tempo libero lo usa per stare coi figli. Spesso dice che vede più i suoi colleghi di band che la famiglia, il che dice molto sui suoi rapporti.
Jerry, fortemente voluto da Jacoby nel gruppo, è l'opposto, ha sempre avuto uno stile di vita sano, lontano da alcool, fumo e droghe. Una persona estremamente sana, razionale, ragionevole, calma, controllata. Non si lascia mai andare tranne che sul palco dove fa un po' il matto (anche se nessuno batte Jacoby). E' una persona pacata, dolce, sorridente, tranquilla, parla pochissimo, non è mai al centro dell'attenzione, ha la passione per le foto, le camminate e la lettura, gli piace conoscere le cose ed infatti è una sorta di enciclopedia vivente. Nessun guaio, nessun dato rilevante sul suo passato e la sua infanzia, non si sa molto o per lo meno io non ho trovato nulla.
Ora è sposato (con una ex modella di Playboy) ed ha due figlie.
Dunque cosa li rende una coppia?
Non dico che siano una coppia, dico che hanno un rapporto che si vede è diverso, sono comunque i due più legati del gruppo e se c'è qualcuno che Jacoby può toccare o abbracciare, è solitamente Jerry (e Tony, ma Tony è un peluche orsacchiotto gigante) e se lui invece lo si vede uscire dalle righe di norma è sempre con o per colpa di Jacoby. Jerry è schivo, non è uno molto fisico, ma a Jacoby concede tutto. L'idea che mi sono fatta in tutti questi anni è che se Jacoby ciclicamente cercava di disintossicarsi e non si è davvero distrutto in un overdose, è perchè vicino aveva lui così sano e paziente che gli dava un'occhio, a cui importava davvero che non cadesse definitivamente.
Jerry c'è sempre stato ed è una sorta di costante per Jacoby, il quale effettivamente ha un atteggiamento diverso con lui, più da gattino che da cane rognoso o cavallo pazzo. Non so perchè, però li trovo una coppia (di qualunque genere si possa pensare) fantastica.
E poi se possiamo essere pignoli, Jacoby ha sempre detto che Kelly lo ha lasciato sia perchè non si decideva mai a disintossicarsi del tutto, sia perchè la tradiva ripetutamente.
Perciò come non fare 2 + 2 e pensare che lui la tradisse con Jerry e che poi lei è tornata solo perchè lui finalmente ha deciso di disintossicarsi seriamente e coprire meglio il suo inevitabilmente bellissimo tradimento con il suo adorato Jerry? Come non pensare che dopo anni di tradimenti no, tu non ami tua moglie, ma semplicemente ti piace avere 'una famiglia a casa che ti aspetta', dove andare quando scendi dal palco ed il tour finisce, dove tornare un comune essere umano come tutti hanno bisogno di sentirsi? Normali, insomma. E poi quando ci sono dei figli di mezzo scendi a compromessi, cerchi di fare  quel che devi fare per tenerteli vicini, anche fingere di fare il marito che lei vuole. Questo non significa rinunciare a chi si ama davvero.
Jerry non ha mai dato cenni di tradimenti, per cui se per Jacoby uno può tranquillamente spaziare e sproloquiare (dopotutto l'ha ammesso lui che la tradiva spesso), su Jerry è difficile, però alla fine lui è troppo riservato per fantasticare, ma questo non toglie che anche lui avrà i suoi scheletri. Soprattutto perchè è dalle persone più normali di cui non diresti mai, che hanno una seconda vita e spesso sono quelli che fanno le cose più pazzesche. Per cui alla fine non sarei stupita da niente e mai dire mai.
Ci sono oltretutto certe canzoni che sono loro, in particolare Scars.
Scars sembra scritta ispirata dai tentativi della moglie di raddrizzare Jacoby nei suoi numerosi crolli (o meglio è il lui di una coppia che cerca in tutti i modi di aiutare la sua lei che non riesce ad uscirne), però questa canzone lui l'ha scritta dopo che si è ferito la testa alla fine di uno show, un momento in cui era così fuori che ha superato i limiti dell'autolesionismo e si è fatto dei punti di sutura in testa. Questa canzone l'ha fatta dopo per quella volta lì, perciò la persona che parla nella canzone e che dice che non sa più cosa fare e che ci ha provato mille volte e che forse è il momento di mollare, non è Jacoby chiaramente, ma un partner. Ho sempre pensato fosse stata Kelly, visto che lei ha sempre provato di tutto. Perchè una cosa è certa, quella canzone è personale e parla di una coppia dove uno dei due ha problemi di dipendenze. Ma poi lui e Jerry si sono messi a fare una cosa, ad ogni inizio live di questa canzone. Durante il 2013 e precisamente durante il mese di Aprile/Maggio circa in tour, il gruppo ha iniziato a radunarsi all'inizio di Scars, poi si sono ritrovati solo Jacoby e Jerry, uno davanti all'altro, a guardarsi vicini. Jerry dava l'attacco e Jacoby iniziava il verso, poi si davano il pugno ed andavano per il palco a cantare e suonare. A volte Jacoby toccava il petto di Jerry su 'Ho strappato il mio cuore aperto' facendo sembrare che quelle siano parole ispirate a dei discorsi e degli episodi proprio con Jerry. Come se in passato fosse Jerry ad implorarlo di pulirsi e rimettersi in piedi e poi alla fine, disperato, a mollare, e quindi poi Jacoby si è ispirato a lui e alle sue parole per scrivere la canzone quando ha capito d'aver superato il limite ferendosi alla testa.
Da quella volta hanno sempre fatto l'inizio così a tutti i live, alcune volte Jacoby tocca il petto di Jerry, altre fanno una specie di piccolo abbraccio veloce prima, ma sono sempre a guardarsi uno davanti all'altro e a darsi il pugno.
Io la vedo come una canzone fra loro, il fatto che lo facciano dal 2013 probabilmente è perchè è da quell'anno che Jacoby si è pulito davvero ed ha riguardato a quella canzone, che nei suoi piani quando l'ha fatta sarebbe dovuta essere la canzone della rinascita anche se poi così non è stato, e l'ha ripresa per quello che doveva essere.
Perchè se fosse una cosa che fanno anche con altre canzoni, o che hanno fatto da sempre su quella, direi che è così che hanno deciso di farla, è diventata un'abitudine oppure certe canzoni le fanno così. Ma è una canzone specifica e lo fanno solo dalla rinascita di Jacoby e solo su quella, per cui impossibile non pensare che sia 'loro' e non di 'un'altra coppia' e soprattutto che sia molto significativa per loro.
Anche su un altro brano (mi pare fosse Broken Home) in un tour di qualche anno fa Jacoby introduceva inserendo il ritornello di Lose Yourself di Eminem e lo faceva guardando Jerry, parlava proprio a lui quando la faceva live. Altro retroscena su di loro, suppongo, derivante da qualche dialogo. Il ritornello in questione è specifico perchè dice di perdersi nella musica, di non lasciarsi perdere l'unico colpo della propria vita che non passa due volte, che l'unica cosa che hai e che è bella è la musica. Ed io penso che potrebbe essere stato un discorso fatto da Jerry a Jacoby per aiutarlo (anche perchè mi pare che poi il tour fosse proprio del 2013 o quanto meno dopo la sua rinascita) a risalire la china e Jacoby, colpito ed aiutato da queste parole, le ha trovate in Lose Yourself e le ha inserite nel tour così.
Ci sono volte in cui Jacoby scherzando provoca Jerry perchè lui è sempre composto e non si butta in cose fuori dalle righe, per cui immagino che Jacoby adori stuzzicarlo e provocarlo e a volte infila frasi come 'ti amo' in momenti del tutto fuori luogo oppure 'il mio primo bacio l'ho dato a Jerry' (sì l'ha detto ed era davanti ad un sacco di gente in una sessione di intervista/acustica). Ci sono diversi momenti così, ma quel che mi colpisce è che, sempre dal 2013, se Jacoby fa qualcosa di particolare legato ad un'esibizione, si rivolge sempre a Jerry. Non va mai da Tobin cantando qualche verso specifico come fa con Jerry, sebbene sono tutti e 4 molto uniti e si adorano.
Jacoby ha inoltre spesso detto che lui e Jerry hanno lo stesso modo di concepire la musica. Molto intimo ed introspettivo. Spesso si siedono insieme nel divano, uno con la chitarra a tirare fuori riff e l'altro con quaderno a scrivere quello che le sue note lo ispirano. E si trovano bene per questo nelle sessioni creative. Mentre per esempio Tobin è molto estroso e 'artista folle' quando è in jamsession. Hanno detto anche che quando facendo FEAR Jacoby aveva bisogno di isolarsi, lui e Jerry andavano nel deserto di notte ed uno meditava, l'altro faceva foto. Jacoby si isolava con Jerry. Tantissime cose sono rivelate dalle loro interviste, tanti aneddoti che ci rivelano che in effetti spesso e volentieri sono loro due a fare qualcosa insieme.
Anche la loro dinamica nelle interviste è interessante, quando sono insieme e Jacoby non è sicuro di qualcosa, guarda Jerry a cercare conferma di qualcosa e Jerry a sua volta quando deve parlare e si incarta, guarda Jacoby e lui subentra e l'aiuta a spiegare la cosa che voleva dire, sapendo cosa era. Insomma, si capiscono al volo con uno sguardo, ma spesso questi sguardi sono occhiate complici su qualcosa che pensano entrambi ma che non dicono e che li fa ridere o comunicare senza parlarsi. Hanno questa complicità che è davvero bellissima.
Queste sono mie follie, mie visioni, cose che mi piace vedere, quel che però è certo di loro due è che hanno un bellissimo rapporto, molto stretto e duraturo, che si sopportano da  25 anni e che si chiamano e considerano fratelli, si difendono sempre a vicenda e staranno di sicuro insieme per sempre. E comunque hanno da sempre un modo di guardarsi da togliere il fiato!

* PLAYLIST JACORRY: momenti vari che li riguardano per qualche ragione. Hanno un modo sottile di 'essere una coppia', sono dettagli da cogliere in certi momenti, non sono sfacciati ed esagerati come certe coppie che magari fanno anche fanservice. Loro sono molto discreti e considerando che Jacoby è un labrador, vederlo discreto è indice di quanto faccia attenzione ai desideri di Jerry.

jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry  jacoby jerry jacoby jerry
jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry
jacoby jerry jacoby jerry  jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry  jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry 
jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry  jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry  jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry  jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerryjacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry   jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry jacoby jerry  jacoby jerry